Programma Conversione del Debito

Il Programma Italo-Egiziano di Conversione del Debito è uno dei più importanti strumenti di cooperazione tra i due paesi, che si basa sui concetti di ownership locale dei processi di sviluppo e pieno coinvolgimento degli enti pubblici egiziani e della società civile italiana ed egiziana nella realizzazione delle iniziative finanziate.

Attualmente, la seconda fase del Programma è in via di conclusione mentre la terza fase è pienamente in corso. Il secondo accordo in materia di conversione è stato firmato nel 2007 e, dopo due emendamenti, la validità terminerà il prossimo 31 dicembre. Il terzo Accordo è stato firmato nel 2012 e si concluderà nel 2023.

Seconda fase del Programma

Al 30 settembre sono stati cancellati 94.000.000 Lire Egiziane corrispondenti al 94% dei 100 milioni oggetto di conversione.

In questa fase l’Unità di Supporto Tecnico del Programma sta operando al fine di garantire una corretta conclusione delle iniziative, alcune delle quali ancora in corso.

Nello specifico, L’Accordo del 2007 ha finanziato un totale di 31 iniziative, di cui le seguenti 7 sono ancora in corso:

  1. Polo integrato per l’istruzione tecnica e professionale,
  2. Azioni per lo sviluppo del settore della pesca in Egitto (MADE I),
  3. Gestione dei rifiuti solidi nel governatorato di Minya,
  4. Distretto conciario di Robbiki,
  5. Unità di governance sanitaria,
  6. Iniziativa del corridoio verde,
  7. Sviluppo delle capacita artigianali e miglioramento della condizione economica delle donne in Alto Egitto,

Terza fase del Programma

Nell’ambito dell’Accordo della terza fase, 15 iniziative sono state approvate, di cui 5 attengono alla componente a beneficio degli Enti Pubblici, e 10 fanno parte della componente dedicata alla società civile.

Componente società civile:

  • Protezione di bambini di strada e giovani donne vulnerabili,
  • Protezione dei bambini a rischio nella Grande Cairo,
  • Azioni in favore di gruppi vulnerabili,
  • Sviluppo dell’impiego in agricoltura,
  • Sostenere le donne in zone rurali nel Fayoum,
  • Formazione professionale e restauro al Cairo,
  • Sviluppo ecoturistico nel Governatorato della Nuova Valle,
  • Sostegno a disabili mentali tramite l’arte,

Componenti enti pubblici:

  • Acquacoltura marina in Egitto (MADE II
  • Costruzione di 10 silos orizzontali,
  • VSS nell’Istituto Professionale (ITEC) di Demo nel Fayoum,
  • Istituto Professionale ad Abou Ghaleb, ente proponente l’Education Development Fund.

Sulla base dell’esperienza acquisita

Progetti in fase di formulazione

  • Costruzione centri logistici, allocazione relativa al Ministero per l’Approvvigionamento.
  • Sviluppo rurale, allocazione relativa al Ministero dell’Agricoltura e della Bonifica.
  • Gestione rifiuti solidi urbani, allocazione relativa al Ministero dell’Ambiente.
  • Collaborazione con l’istituto Don Bosco, allocazione relativa al Ministero dell’Istruzione.
  • Allocazione relativa al Ministero delle Antichità.